Menu

Soleil Royal

Soleil Royale (1)

Descrizione presa da  Wichipedia

La Soleil Royal era la nave ammiraglia della flotta del re Luigi XIV di Francia detto anche “Re Sole”. Il nome della nave derivò dall’appellativo dato al sovrano, e fu il primo vascello costruito, dei tre che ebbero lo stesso nome, ed il più conosciuto e più ricco di particolari e fregi.

Venne costruita nel periodo 1668 – 1670 a Brest dal maestro carpentiere Laurent Hubac. In un primo tempo, nominata Grand-Henry (in memoria di Enrico IV), quindi Royal-Soleil fu infine battezzata Soleil Royal (in onore di Luigi XIV, il « Re Sole »). La nave venne varata il 13 dicembre 1669. Era lunga 55 metri e larga 15,64 con un pescaggio massimo di 7,64 metri. Il suo primo armamento era costituito da 98 cannoni disposti su tre ponti, rispettivamente da 36 libbre sul ponte di batteria, da 18 sul ponte inferiore, da 12 libbre sul ponte superiore, e da 8 e 4 libbre sui castelli di prua e poppa) . Era un vascello di primo rango, dotato, come il Royal-Louis (costruito a Tolone), di un ponte superiore. Soltanto queste due navi disponevano al tempo di questa caratteristica costruttiva, su preciso ordine di Luigi XIV. Queste navi ammiraglie avevano un altro segno distintivo costituito da tre luci in cima al castello di poppa ed una sull’albero di mezzana. Un’altra caratteristica distintiva di queste navi, era costituita dal fatto che tutte le armi a bordo erano in bronzo invece che in ghisa.

Con le sue 2000 tonnellate, i suoi 104 cannoni e lo scafo nero, bianco e blu decorato con fasciame dorato, era una bellissima nave. Coysevox aveva realizzato nello scafo diverse sculture in rovere, sia a poppa che a prua dove era presente una sirena che tiene in mano un globo. Gli ornamenti posteriori furono scolpiti da Puget[1]. Questa magnificenza in una nave da guerra potrebbe sorprendere, tuttavia nulla era lasciato al caso. La nave, con la sua combinazione di armi e la ricchezza della sua decorazione, doveva illustrare la potenza di Luigi XIV, il “Re Sole”, allora in piena gloria.

La nave non venne utilizzata come nave ammiraglia durante la guerra d’Olanda (1672-1678). Jean II d’Estrées, vice ammiraglio della flotta di Ponente, aveva posto le sue insegne sulla Saint-Philippe (78 cannoni) alla battaglia di Solebay (1672). Nel 1671 fu al comando di Duquesne, utilizzata fra Conquet e cabo Fisterra[1]. La nave venne ristrutturata nel 1686, prima di essere riarmata, nel 1688, agli inizi della guerra della Grande Alleanza, con 104 cannoni di tutti i calibri ed affidata a Anne Hilarion de Costentin de Tourville, nuovo vice ammiraglio della flotta di Ponente.

A capo di una squadra di 75 vascelli, il Soleil Royal, al comando del conte di Tourville, sconfisse le flotte inglese e olandese, comandate da Torrington e Cornelis Evertsen, alla Battaglia di Capo Béveziers il 10 luglio 1690. A seguito della vittoria, la flotta francese divenne temporaneamente padrona del canale della Manica.